Accostandosi alle varie "macchine", sentendole suonare e scoprendone i tratti costruttivi si "partecipa" dell'ultima esecuzione al clavicembalo e si ammira l'immagine del primo "Gravicembalo col Forte e col Piano" inventato da Bartolomeo Cristofori.

Si resta affascinati dal "Carlo Arnoldi detto Il Trentino", piccolo fortepiano (uno dei 6 esemplari esistenti) costruito nel 1790 per un bambino, e si giunge alle esecuzioni delle famosissime "Sonatine di Clementi" su Square-Piano "Clementi & Co. London 1813"... composte proprio su questo tipo di strumento!

Nella piccola sala da concerto si incontra Beethoven sul fortepiano "Johann Schanz - Vienna 1810", soprannominato "Il Principe" e "Lo Stradivari" del Pianoforte!

Da qui, fortepiani e pianoforti Joseph Böhm, Conrad Graf (il pianoforte di Beethoven e Schumann), l'italiano Gabriele de Vero (unico esemplare esistente al Mondo), Ignace Pleyel (il pianoforte di Chopin), presentati in salotti d'epoca scenografati, con musiche di Schubert, Schumann, Chopin, Liszt... fino al magnifico Bösendorfer nella "sala teatro" per le musiche di Debussy, Ravel e Stravinskij.

Questo percorso guidato  che si compone di pianoforti storici autentici e musica "dal vivo" eseguita da un concertista, si completa con immagini didattico - evocative che rimandano ad ambientazioni ed arredi, scene, costumi ed atmosfere delle varie Epoche...

 



Museo del pianoforte